Non ho sposato un boscaiolo.


Lui ha l’abitudine di svegliarsi molto presto la mattina, andare presto al lavoro per cominciare la giornata senza traffico e con un ritmo decisamente meno frenetico del mio.

Fatto sta che con il sole che sorge tardi e tramonta presto, Lui vede i progressi del cantiere quando la sera gli sottopongo le foto lagnandomi del loro colore giallognolo. Ieri sera ha visto una serie di queste…

catasta_legna_1

catasta_legna_2

… e mi ha guardata con aria sospetta.

Così gli ho detto che voglio scrivere un post dal titolo “Non ho sposato un boscaiolo”, Lui ha risposto solo “sei noiosa”.

Ma tanto sa che non è vero.

Quella legna, accatastata con estro tutto meridionale, è quanto resta degli alberi che Lui ha tagliato facendo ben attenzione che non ce ne fossero due della stessa misura e che quelli piccoli fossero più curvi, biforcati e appuntiti possibile. Gli alberi che stavano proprio dove ora si sta realizzando la platea della nostra casa. Un ciliegio, dei carpini piramidali, altri che non ricordo affatto.

C’è chi fa il boscaiolo di professione e in Val di Fiemme realizza cose del genere.

val_di_fiemme_catasta_legna_artistica

E chi, come noi, è felice di raccogliersi la sera davanti al fuoco del camino e leggere una fiaba ai bambini.

La legna va per forza accatastata e visto che non abbiamo né l’arte né il bosco, va trovata una sistemazione tecnica per l’estate in un angolo del giardino lontano dalla casa, e una per l’inverno più estetica e ordinata, per forza vicina alla casa.

Per la bella stagione, addossata alla rimessa degli attrezzi, la catasta della legna dovrebbe avere più o meno questo aspetto. Ordinata ma non troppo e al riparo dalla pioggia.

catasta_legna_montagna

Non sono sufficientemente temprata dalla vita in campagna per andarmi a prendere la legna in giardino durante le giornate invernali e va trovato un sistema per spostarla sotto al portico o nei pressi della casa per poterne trasferire dentro quantità che soddisfino il fabbisogno quotidiano, senza prendersi un accidenti.

Arriva dalla Svezia questo porta legna componibile in acciaio Cor-Ten. Non è dato sapere il prezzo anche se sospetto che mi ci scalderei parecchi inverni. L’aspetto più interessante di questa soluzione è la modularità, ma dove ripongo questo volume in estate?

corten_porta_legna_modulare

Ci vorrebbe un DIY, un progettino da realizzare con scarti di lavorazione della nostra casa, facile da smontare e ricoverare durante la bella stagione o a cui cambiare uso, spostandolo con facilità. Un contenitore ironico, che esalti l’irregolarità con cui la legna continuerà ad essere tagliata, accatastata e spesso sfilata da sotto da cani e bambini.

Per la legna da tenere in casa le soluzioni non mancano, alcune più estetiche e altre molto pratiche.

Quelle che piacciono a me e che starebbero benissimo nella lista dei regali di Natale sono queste.

Porta legna ruggine, Città Murate su Lovli.it. Con ruote, per favore.

carrello_legna

Porta legna in pelle scamosciata accoppiata a qualcos’altro di resistente, la pagina non è più disponibile su Lovethesign.com ma io che ci posso fare? Mi piace l’idea e anche i colori che “friggono”, utili a spezzare la monotonia di bianchi e grigi delle case d’oggi.

heysign_porta_legna_feltro

E uno in feltro, del marchio tedesco Hey-Sign. Chi si prenota per regalarmelo?!?

E ora vado ad accendere il caminetto che se fossi ancora a Trieste qualcuno direbbe “ze Borìn”.

angolodeltetto
About me

Gianna, Blogger e una grande passione per il design.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Save Sammezzano.
February 25, 2016
After Party.
January 02, 2016
Open Design Italia. I miei vincitori.
June 20, 2015
Fuorisalone 2015. Brera.
April 29, 2015
Primi arredi su misura.
March 09, 2015
Bagni di casa Mia. Part I.
February 18, 2015
Casa TM.
July 22, 2014
Bagni bellissimi a KmZero.
June 23, 2014
Salone Satellite 2014.
April 28, 2014

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *