Regali di Natale 2013.


Rieccomi a scrivere di regali di Natale, sapendo che ne riceverò e che anche quest’anno dovrò stivarli in cantina, in attesa che la mia casa si completata.

Ci sono un sacco di idee che mi frullano per la testa da un mese a questa parte e se non mi decido a scriverle finisce come al solito che una settimana prima di Natale ho quel vuoto di memoria tipico dell’ora prima di un esame e trascino per negozi Lui, arrabbiatissimo, senza concludere nulla.

Mi piacerebbe però uscire dal solito concetto di “lista” e proporre a voi che mi leggete con pazienza una serie di linee guida per scegliere il regalo giusto da fare a chi si ama.

1. Se non avete soldi da spendere tiratevi su le maniche e fate qualcosa con le vostre mani. Il web è il posto migliore dove trovare ispirazione. Io mi metterei in cucina, anche se non sono una gran cuoca, perché la preparazione di biscotti e dolcetti è un’attività che i bambini adorano e non c’è atmosfera natalizia migliore di quella prodotta da caminetto+albero+profumo di dolcetti (e farina per terra).

2. Se avete budget comprate cose fatte in Italia.

Cose fatte dentro aziende italiane, sul territorio italiano. Perché acquistando quell’oggetto, che sia un panettone, una sedia, una lampada o un cappello, pagate lo stipendio di chi quell’oggetto l’ha prodotto con le sue mani. E date la possibilità a quell’azienda di continuare ad esistere, magari pagando le tasse.

E comprate non solo cose utili, ma anche cose belle e soprattutto fatte bene, perché un oggetto che dura tanti anni è anche ecologico.

3. Se avete un’amica che fa orecchini, che dipinge, che fa cose bellissime con le sue mani, col suo tempo e tutta la fantasia che ha, comprate qualcosa anche da lei. La mia è Angela e la trovate QUI.

La mia wish list total white, che fa tanto Natale:

Radio Cubo Brionvega. Rigorosamente vintage, perché quelle attuali sono Made in China.

Marco Zanuso “a’ buonanm” ormai non c’è più, ma a Richard Sapper lo sa?!?

Al mercatino dell’antiquariato di Piazzola Sul Brenta c’è un collezionista che le vende e a gennaio ci faccio un pensierino.

La lampada Pipistrello di Martinelli Luce, progettata nel 1965 da una donna in un tempo in cui il genio creativo non doveva rispondere alle leggi di mercato, ai project manager e alla massimizzazione del profitto. In onore della meravigliosa Gae Aulenti che ha allestito il mio museo preferito in assoluto, uno spazio enorme in cui riesco ogni volta a immergermi nell’arte che amo con la massima privacy. Ci starebbe un viaggetto a Parigi, lo so lo so…

pipistrello_lampada_martinelli_luce_gae_aulenti

Bollitore Oisillon bianco di Alessi. Che mi sono proprio stufata di fare il tè scaldando l’acqua in microonde.

Vorrei delle belle tazze quotidiane, coordinate e resistenti, da berci la camomilla sul divano davanti al caminetto. Ma anche tazzine da caffè capienti per la colazione… Si evince che ho voglia di casa?

Cuscini di tappeto, giganti. Da mettere sulla panca del caminetto, sul divano, da mettere per terra quando ci si siede a leggere coi bambini.

Ne ho già di questi cuscini, è vero. Enbè?

kilim_cuscini_pillow

Si trovano su Etsy cercando “Kilim Pillow” a partire da 25 euro.

Poi relax, esperienze, nuove amicizie e libri. E se azzardate uno di questi ultimi, che sia corredato da equivalenti ore di babysitting!

E il regalo per Lui?!?

Lui che per la nostra nuova casa in legno non vuole niente, perché ancora non se la immagina eccetera eccetera, e poi va dicendo che mi regalerà una cosa bellissima “alta 80 cm”,”che è l’unica che vede nel nostro salotto”. Lui che probabilmente si è fumato mezza tredicesima con questo scherzetto da 80 cm, un po’ ingrato lo è, che si sappia.

Quest’anno no, per la questione della tredicesima di cui sopra, ma l’anno prossimo gli regalo un Calcio Balilla come si conface, vintage e solidissimo, perchè un paio di amici che non perderanno occasione per venire a cena da noi li ho già individuati e so che hanno la mano pesante.

Calcio_balilla

Per quest’anno si accontenterà di cachemire e lana merinos extra fine, che lo fanno sentire tanto coccolato.

E quando avremo una casa si comincerà finalmente a fare sul serio, anche con i regali di Natale.

Dalla Befana in poi la questione sarà ufficialmente seria.

angolodeltetto
About me

Gianna, Blogger e una grande passione per il design.

YOU MIGHT ALSO LIKE

After Party.
January 02, 2016
Open Design Italia. I miei vincitori.
June 20, 2015
Euroluce. Lampade Luce DNA.
May 11, 2015
Sedie al Salone. Meeting Thonet.
April 14, 2015
Credenza sospesa.
April 10, 2015
Salone Satellite 2014.
April 28, 2014
Salone del Mobile 2014.
April 17, 2014
Babbo Natale mi ama.
January 07, 2014
Piccole lampade last minute.
December 17, 2013

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *