Salone del Mobile 2014.


Ho saltato due Saloni. Sono cambiate tante cose.

Meno tacchi a spillo, buona notizia per la schiena, i piedi e la credibilità di tante professioniste in visita.

Meno persone abbigliate con cura per celebrare l’evento, che è una cattiva notizia perché non si va alle feste vestiti brutti.

Pochissimo fucsia ovvero Radiant Orchid Pantone 18-3224 a dispetto dei reclami di Karim Rashid, ottima notizia!

Tante lampade col cavo rosso, ottima notizia visto che detesto i cavi e questa è certo una soluzione per dar loro un senso.

La mia #DesignWeek è durata un solo giorno e tra Salone e FuoriSalone ho scelto il Salone, anche se non sono un tipo da feste comandate e avrei dovuto ascoltare il mio istinto, incerottarmi i piedi e andare in esplorazione a zonzo per la città.

Le pagine Facebook delle amiche blogger pullulano di idee e ispirazioni, di design spontaneo e autoprodotto, di oggetti del desiderio semplificati al massimo.

Quindi è già deciso: il prossimo Salone sarà en plan air!

Ma torniamo a noi.

Ho visitato il Salone del Mobile di Milano con un pass stampa, sono obbligata a raccontare quello che ho visto e quello che avrei voluto trovare!

Dopo aver visitato quattro padiglioni del mobile e complemento di design mi sono chiesta che senso possa avere per le aziende investire ingenti quantità di denaro per allestire lussuosamente enormi stand e presentare prodotti così simili tra loro, oggi che i cataloghi si sfogliano online e i campioni si spediscono dall’altra parte del mondo in pochi giorni.

Un periodo in cui gli acquirenti fanno sowrooming nei negozi e comprano online dopo aver confrontato prezzi e offerte. Questo ragionamento ovviamente non vale per Russia e Medio Oriente, i cui buyer sono forse il target preferito da molte delle aziende espositrici.

Non sono totalmente soddisfatta dell’aria che ho respirato ma è colpa mia, sono partita da casa convinta che avrei trovato energia positiva, delle ispirazioni e una qualche evoluzione nel modo di presentare i prodotti. O forse proprio dei prodotti stessi.

Ho guardato soprattutto le sedie e mi ci sono seduta per capire se sono comode per davvero.

Sarà che sono un oggetto che amo così tanto da esserne sempre solo parzialmente soddisfatta.

Sarà che ne avremo almeno 10 intorno al nostro grande tavolo da pranzo e che sono tentata all’idea di collezionarle, più che sceglierle.

Sarà che non ho ancora un living abitabile ma nessuna ha fatto breccia nel mio cuore.

Il genere che mi entusiasma maggiormente, complice la stagione e il grandissimo desiderio di un giardino tutto mio, è la categoria outdoor.

Sedie che richiamano forme vegetali, sedie in plastica colorata e metallo, tavoli ironici ai quali basta aggiungere una rivista e una macedonia per sentirsi in paradiso.

I miei preferiti? Fermob, Sedie e tavolo Van Gogh disegnati da Alessandra Baldereschi.

Fermob_VanGogh_Baldreschi

E poi mi sono piaciute le sedie Volt di Pedrali disegnate da Claudio Dondoli e Marco Pocci.

Oneste, solide e davvero comodissime. Di un materiale plastico piacevole (e io non amo la plastica), presentate con gioia e ottimismo, dai colori luminosi, leggeri e freschi.

pedrali_sedie_volt_salone_del_mobile_2014_mdw

E tavoli, che amo. Li amo quasi tutti ma se sono lunghi e materici li preferisco.

Questo è di Piero Lissoni per Desalto, ma credo lo copierò senza troppe remore, le gambe in ferro dialogheranno con la putrella e il piano sopporterà tante conversazioni, il mio lavoro, compiti a casa, pranzi in famiglia e con gli amici, giochi di società e tutti gli esperimenti e i lavoretti dei miei bambini. Ci vuole un tavolo grande e solido!

Piero_lissoni_desalto_salone_del_mobile_2014_mdw

Ma se lo volessimo molto più minimale?

A Desalto piace bianco, e anche a me. E anche allo studio Lissoni che ha curato la progettazione dello stand, museale e raffinato. La mia collezione di sedie colorate intorno a questo tavolo starebbe proprio bene!

tavolo_desalto_salone_del_mobile_2014

Alla prossima con EuroCucina, Salone Internazionale del Bagno, SaloneSatellite e i miei bagni!

angolodeltetto
About me

Gianna, Blogger e una grande passione per il design.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Salone del Mobile 2016. Bagno.
May 02, 2016
Ecologico è bello.
March 03, 2016
Save Sammezzano.
February 25, 2016
Materiali per l’architettura
February 03, 2016
After Party.
January 02, 2016
Open Design Italia. I miei vincitori.
June 20, 2015
Euroluce. Lampade Luce DNA.
May 11, 2015
Fuorisalone 2015. Brera.
April 29, 2015
Salone del Mobile 2015.
April 27, 2015

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *