Save Sammezzano.


Nel comune di Reggello, in provincia di Firenze, sorge un castello abbandonato da più di vent’anni che è il più completo e vanitoso esempio di architettura eclettica in Italia.

Si tratta del Castello di Sammezzano, un luogo magico e abbandonato, che sta avendo una grande visibilità sul web grazie alla pagina Facebook che i cittadini toscani hanno dedicato alla causa. La pagina si chiama Save Sammezzano e conta più di 80.000 follower.

nicola_pezzotta_castello_sammezzano

> Foto di Nicola Pezzotta    www.coninfacciaunpodisole.it

Il castello ha una storia d’altri tempi: è stato voluto e fatto costruire nel 1800 dal coltissimo e benestante Marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona, nato e vissuto nella Firenze ottocentesca brulicante di valori, ideali e cultura. Il marchese non ha mai viaggiato ma nella sua biblioteca erano conservati volumi di arte e architettura provenienti da tutto il mondo, e grazie alla sua curiosità, artisti e artigiani locali hanno riprodotto nelle diverse sale arte moresca, indiana ed europea rendendo questo luogo magico e affascinante.

> Foto di Nicola Pezzotta www.coninfacciaunpodisole.it

> Foto di Nicola Pezzotta    www.coninfacciaunpodisole.it

Ogni anno decine di migliaia di curiosi e appassionati si mettono in lista per visitare il castello, chiuso da più di vent’anni e ripetutamente depredato di arredi e decori.

É solo grazie al lavoro di un comitato di volontari che due volte l’anno il castello può essere visitato, ma gli ottocento posti a disposizione vengono esauriti in un batter d’occhio.

Il castello andrà all’asta per la terza volta con un prezzo di partenza di quindici milioni di euro, lo Stato non ha i fondi necessari a rilevarlo e la cittadinanza teme che venga acquistato da un privato che lo chiuda al pubblico impedendone la visita.

castello_samezzano_nicola_pezzotta

> Foto di Nicola Pezzotta    www.coninfacciaunpodisole.it

In Italia manca certamente una legge che regoli e promuova il mecenatismo. Manca anche una politica credibile e strutturata per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale. Mancano infrastrutture, manca concreta organizzazione, manca tutto.

Gli italiani però sono quasi sempre persone migliori dei propri rappresentanti e la penisola pullula di associazioni culturali per la protezione e valorizzazione di piccoli e grandi patrimoni storici e artistici.

È entusiasmante e commovente la mobilitazione di persone ed energie, risorse umane e non economiche, che questa causa sta creando. Possono le persone far molto anche senza investimenti in denaro? Possono, si. Io ci credo.

Alcuni artisti si stanno mobilitando per la causa e tra questi il mio preferito è Pietro Cataudella di Citylivesketch, che gira l’Italia disegnando sul suo taccuino scorci e viste e condividendole sui suoi profili social.

> Foto: Pietro Cataudella    Progetto: CityLiveSketch

E allora in bocca al lupo a Save Sammezzano, se siete curiosi visitate il sito web dell’associazione e se volete sostenerla firmate la petizione dedicata su Change.org, mancano solo milleseicento firme per arrivare a 25.000 e speriamo che qualche facoltoso o qualche fondazione lo acquisti e restauri come merita, rendendo possibile la visita ai tanti appassionati d’arte e architettura che popolano questo mondo.

angolodeltetto
About me

Gianna, Blogger e una grande passione per il design.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Materiali per l’architettura
February 03, 2016
After Party.
January 02, 2016
Open Design Italia. I miei vincitori.
June 20, 2015
Fuorisalone 2015. Brera.
April 29, 2015
Primi arredi su misura.
March 09, 2015
Bagni di casa Mia. Part I.
February 18, 2015
Pavimento in cemento. Lucidato.
January 22, 2015
Casa TM.
July 22, 2014
Pavimento in Cemento Industriale.
July 10, 2014

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *