Si dice magone.


Da giorni covo una tensione che mi distrae dai mille pensieri positivi. Un alone che in nessun momento della giornata si dissolve.

Sabato Monti ha rassegnato le sue dimissioni e l’Italia ha nuovamente perso credibilità agli occhi del mondo.

Adesso tocca di nuovo a Bersani e Berlusconi, lo spread sale, la borsa di Milano perde punti, i quotidiani europei ridono di noi. E noi siamo tutti consapevoli, quale che sia la parte politica, che la possibilità di cambiare le cose è svanita.

E io ho il magone perché Noi quattro stiamo per costruire una casa che costerà un bel po’ di soldi, che peserà sulla gestione economica della famiglia.

Lo facciamo con fiducia nel futuro, pensando che il lavoro andrà di bene in meglio, che la vita ci offrirà buone occasioni che sapremo di certo sfruttare.

Non si costruisce una casa con il dubbio che le cose possano solo andare peggio e con la certezza che chi è al governo ci sta fregando.

Il problema è che siamo brave persone, non abbiamo una strategia di uscita né un conto offshore. E per questo siamo vulnerabili e impotenti.

Oggi la Borsa di Milano ha recuperato qualcosa sul disastro di ieri, magari domani io recupero il mio ottimismo e cerco fornitori per gli infissi, magari seri, belli, italiani, certificati e prestanti.

E rigorosamente in legno, che questa è una casa in legno.

angolodeltetto
About me

Gianna, Blogger e una grande passione per il design.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Render della mia Casa in Legno.
February 11, 2014
Fiori di acacia fritti.
May 16, 2013
Domenica in bici.
April 10, 2013
Cose che non dico.
March 01, 2013
Il mio compleanno.
February 12, 2013
Bagni per fare il bagno.
February 09, 2013
Geobiologia. Solite pulci.
February 04, 2013
Ricomincio oggi a leggere libri.
February 02, 2013
Finestre sul futuro.
January 25, 2013

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *