Stratigrafia Part I.


L’autore di questo post è l’architetto Davide Reggiani.

Qualche tempo fa Gianna mi ha chiesto di scrivere un post per il suo blog con l’obiettivo di fornire alle persone che, come lei, hanno pensato alla costruzione di una casa in legno, alcuni semplici criteri di valutazione delle stratigrafie degli elementi costruttivi, utili anche a leggere correttamente e comparare i preventivi delle diverse aziende.

 
Infatti chiunque abbia chiesto il preventivo per una casa in legno, o chi abbia anche solo visitato la pagina web di un produttore o rivenditore di questo tipo di edifici, si sarà sicuramente imbattuto in una immagine e descrizione della stratigrafia di pareti, solai e coperture.


Inoltre le stratigrafie sono spesso accompagnate da una serie di dati tecnici e valori numerici, riguardanti le prestazioni termiche ed acustiche di questi elementi costruttivi che non sempre sono di facile comprensione per i “non addetti ai lavori”.


Cercherò quindi di spiegare con un linguaggio semplice alcuni concetti teorici di fisica della costruzione. Spero di non annoiarvi troppo.


Cominciamo allora dalle basi, introducendo i valori che si utilizzano per definire e misurare il grado di isolamento termico di un elemento costruttivo, ovvero la capacità di protezione dal freddo, ma anche dal caldo.


TRASMITTANZA TERMICA STAZIONARIA (U), espressa in W/m2K.

Rappresenta il flusso di calore che attraversa 1m2 di superficie di un elemento costruttivo.

Tanto minore il valore di U, tanto maggiore sarà la sua capacità isolante.

Quindi, le dispersioni di calore di un elemento costruttivo sono direttamente proporzionali alla sua trasmittanza termica.


TRASMITTANZA TERMICA PERIODICA (Yie), espressa in W/m2K.

Rappresenta la capacità di un elemento costruttivo di controllare e ridurre i carichi termici provenienti dall’esterno e causati dalle alte temperature e dall’irraggiamento solare.

Tanto minore il valore di Yie di una facciata, tanto maggiore sarà la sua capacità di proteggere dal calore estivo.


Per entrambi i valori U ed Yie esistono dei minimi di legge che le nuove costruzioni devono rispettare, e che variano a seconda della zona climatica in cui si trova l’edificio.


In generale possiamo dire che la normativa (DPR 59/09) prevede che il valore U sia inferiore ad un limite compreso tra 0,34 e 0,48 W/m2K per le pareti, tra 0,3 e 0,38 W/m2K per le coperture e tra 0,33 e 0,49 W/m2K per i pavimenti verso locali non riscaldati o esterni; mentre il valore Yie deve essere <0,12 W/m2K per le pareti e <0,20 W/m2K per le coperture, nelle località con irraggiamento solare >290 W/m2 (tutti i comuni del centro e sud Italia).


Attenzione! Se il nostro obiettivo è quello di realizzare un edificio ad alta efficienza energetica, ovvero un edificio classe B, A o A+, i valori di TRASMITTANZA TERMICA STAZIONARIA (U) delle pareti e delle coperture dovranno necessariamente essere inferiori rispetto ai minimi di legge, diciamo compresi tra 0,15 e 0,18 W/m2K, a seconda delle zone climatiche.


Detto questo comprendiamo come la scelta dello spessore e del tipo di isolante termico da utilizzare negli elementi costruttivi sarà anzitutto vincolata al rispetto dei valori minimi di legge e in seguito influenzata dalle condizioni climatiche del luogo di progetto.


Attenzione! Un materiale in grado di isolare bene dal freddo non sempre è in grado di isolare altrettanto bene anche dal caldo.


Nelle località dove la protezione dal surriscaldamento estivo degli ambienti interni rappresenta una priorità del progetto, dovremo prestare particolare attenzione alle prestazioni estive degli elementi costruttivi e tenere d’occhio i valori di Yie ma anche ad altri due parametri, lo SFASAMENTO e la ATTENUAZIONE.


SFASAMENTO (φ) espresso in ore (h).

Rappresenta l’intervallo di tempo, espresso in ore, necessario all’onda termica per fluire dalla superficie esterna di un elemento costruttivo alla sua superficie interna.

Sostanzialmente rappresenta quante ore impiega il calore estivo ad entrare all’interno dell’edificio.


Tanto maggiore il valore di φ tanto maggiore sarà il ritardo con cui il calore entrerà nel nostro edificio e quindi migliore la protezione dell’elemento costruttivo contro il calore estivo.


Attenzione! Si tratta comunque di un valore teorico riferito ad un singolo elemento costruttivo e non direttamente rappresentativo del comportamento globale dell’edificio.


ATTENUAZIONE (f), adimensionale.

Rappresenta il quoziente tra il flusso termico assorbito da un elemento costruttivo (nel lato esterno) ed il corrispondente flusso termico liberato (nel lato interno).

Tanto minore il valore di f tanto maggiore sarà la protezione al calore offerta dall’elemento costruttivo.


Attualmente la normativa italiana non pone limiti per i valori di sfasamento e attenuazione, tuttavia fornisce delle indicazioni circa i valori ottimali di questi due parametri, definendo elementi costruttivi con prestazioni buone quelli con f<0,3 e φ>10h ed elementi costruttivi con prestazioni ottime quelli con f<0,15 e φ>12h.


Attenzione! Le caratteristiche dinamiche (Yie, φ, f) sono sicuramente validi indicatori delle prestazioni estive di un elemento costruttivo, ma non va dimenticato che una efficace protezione degli edifici dal calore estivo dipende in egual misura (se non in misura maggiore) da una buona schermatura solare delle aperture e da una corretta ventilazione naturale notturna.


Bene, ora che avete un poco di basi teoriche e non vi trovate più spaesati davanti a tutti quei numeri e valori siete in grado di giudicare e comparare le prestazioni della stratigrafia di un elemento costruttivo.


Nel prossimo post parleremo di materiali isolanti e delle loro proprietà fisiche, e vi darò alcuni criteri per poterli comparare tra loro e per scegliere il più adatto al vostro progetto.

stratigrafia_parete_esterna

angolodeltetto
About me

Gianna, Blogger e una grande passione per il design.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Credenza sospesa.
April 10, 2015
Primi arredi su misura.
March 09, 2015
Pavimento in cemento. Lucidato.
January 22, 2015
Pavimento in rovere massello.
January 12, 2015
Pareti che profumano di legno.
November 05, 2014
Sistemazioni esterne.
October 30, 2014
La mia casa è nuda.
August 07, 2014
Finestre di casa mia.
July 31, 2014
Casa TM.
July 22, 2014

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *